ENRICA TESIO – Attraverso Festival
1645
event-template-default,single,single-event,postid-1645,bridge-core-2.3.4,single-event-container,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-22.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

ENRICA TESIO

Torna indietro

venerdì 22 Luglio 2022 / 21:00

ENRICA TESIO

in Il settimo giorno LUI si riposò, io no | reading/spettacolo

Mombaruzzo, Cortile della scuola primaria, Via XX Settembre 29, (AT)

Ingresso Libero

Enrica Tesio, torinese copywriter, blogger e autrice, ha cominciato a interrogarsi quando ha deciso di scrivere Tutta la stanchezza del mondo (Bompiani 2022), da lei ironicamente definito “diario privato di fatiche collettive” in cui l’autrice si rende portavoce della schiera dei «multistanchi», quelli che alla domanda «come stai?» rispondono in coro «stanchi», o «esauriti» o «esausti». Come se la stanchezza, socialmente accettata, fosse effetto collaterale di una vita degna di definirsi tale.

Nel reading spettacolo Il settimo giorno LUI si riposò, io no in scena a Mombaruzzo Enrica Tesio racconta le 12 fatiche, come quelle mitologiche, ma, in questo caso, quotidiane. Un modo per esorcizzare questa fatica, che di questi tempi è quasi ideologizzata, e che affronta delle situazioni universali con la giusta ironia. Un promemoria per ricordarci che, sì, va bene anche staccare, riposarci, magari leggendo un buon libro.